sabato 17 luglio 2010

SE I PROFESSORI DEVONO ANDARE IN PENSIONE A 70 ANNI PERCHE' NON LO FANNO ANCHE I POLITICI?


In un'intervista rilasciata al Corriere della Sera, il ministro Mariastella Gelmini dichiara di voler abbassare l'età pensionabile per i professori universitari che non rispettano neanche quella dei 70 anni, e si è detta "sopresa e indignata" con i rettori per il fatto che "alcuni di loro cerchino di mantenere in servizio i docenti anche dopo i 70 anni. Alla Sapienza di Roma, ad esempio, i cosiddetti professori senior possono restare fino a 75 anni. La nostra legge è già molto generosa in Europa solo noi arriviamo a 70. Tutti gli altri si fermano a 65, la Francia a 67".
Non voglio entrare direttamente nel merito, anche se andrebbe ricordato al Ministro che nel nostro Paese l'età di pensionamento di molti professori universitari è tale anche perché molti di loro sono diventati ordinari molto tardi rispetto agli altri paesi e - quindi - mandarli in pensione prima significherebbe interrompere molti progetti di ricerca, ma vorrei porre una domanda: se i professori universitari devono andare in pensione massimo a 70 anni perché non introduciamo la stessa norma anche per i politici?

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget