martedì 30 agosto 2011

(CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA') MANI NELLE TASCHE DEI SOLI LAVORATORI STATALI MA PER BERLUSCONI LA MANOVRA "ORA E' PIU' EQUA"


Il contributo di solidarietà non viene cancellato per tutti ma resta, oltre che per i parlamentari, anche per tutto il pubblico impiego. Le modifiche alla manovra finanziaria pensate durante il lungo vertice PdL-Lega ad Arcore non piacciono a tutti. 
Mentre il premier, con una telefonata in diretta a Studio Aperto, esalta tali modifiche affermando che ora la manovra "è più equa e sostenibile" partono all'attacco Cgil, Uil, Anm e medici.
Susanna Camusso, segretario della Cgil, dice che le modifiche introdotte "determineranno un contenzioso infinito", "siamo di fronte a una discriminazione e a una violazione di uguali diritti e condizioni". Per l'Associazione Nazionale Magistrati si tratterebbe di una "norma incostituzionale". "E' del tutto evidente - si legge nel comunicato - l'incostituzionalità di una disposizione con la quale si opera una decurtazione secca del trattamento economico solo dei dipendenti pubblici, in violazione dei principi di eguaglianza e di progressività del sistema fiscale".


Le notizie del blog TERNI...tudine sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «TERNI...tudine Blog» e l'indirizzo «www.ternitudine.blogspot.com»

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget