domenica 10 luglio 2011

VACANZE ADDIO, 4/5 DEGLI ITALIANI NON SE LE POSSONO PERMETTERE



"Una giornata al mare, solo e con mille lire", così cantava Paolo Conte e così ci siamo ridotti. La crisi s'è mangiata anche la vacanza: 4 italiani su 5, quest'estate, non potranno permettersela. 
La previsione è dell'associazione dei consumatori Adoc il cui presidente, Carlo Pileri, dichiara: "Sarà un'estate nera per il turismo, solo un quinto degli italiani andrà in vacanza e la maggior parte di questi opterà per viaggi brevi e economici. Sei italiani su dieci soggiorneranno al massimo per una settimana, mentre solo l'1% potrà permettersi quasi un mese di relax".
Tutto è aumentato, tranne lo stipendio (per chi ce l'ha). Un biglietto aereo a/r è aumentato in media di 112 euro (+25%), un biglietto del treno +7%, il costo per un traghetto in media 200 euro. Non va meglio per chi avesse pensato di prendere la macchina, in media 20 euro in più ogni due pieni. 
E' aumentato dell'11%, inoltre, il numero di coloro che scelgono di indebitarsi per andare al mare, ai monti, o nelle città artistica.


Le notizie del blog TERNI...tudine sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «TERNI...tudine Blog» e l'indirizzo «www.ternitudine.blogspot.com»

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget