martedì 17 maggio 2011

ITALIA, IL PAESE PER VECCHI IN CUI "I GIOVANI SONO IN VIA DI ESTINZIONE", LA SCOPERTA DELL'ACQUA CALDA...



Giuseppe Roma, direttore del Censis

Nel leggere le notizie che appaiono oggi sulla stampa nazionale, non posso fare a meno di ricordare un piccolo scritto del 1999 di Fabrizio De Andrè "La Società, i giovani": "Stiamo vivendo in una società costruita per 'anziani ricchi' e non per giovani volenterosi".
Comunque, arriviamo alla nuova fenomenale 'scoperta dell'acqua calda' di oggi. Il direttore del Censis, Giuseppe Roma (nella foto), all'audizione presso la Commissione Lavoro pubblico e privato della Camera dei Deputati, ha dichiarato: "I giovani sono in via di estinzione. Negli ultimi 10 anni, dal 2000 al 2010 abbiamo perso più di 2 milioni di cittadini di età compresa tra i 15 e i 34 anni". I giovani "sono una merce rara", ha continuato Roma, sottolineando che i dati dell'Italia sono i peggiori insieme a quelli della Germania e che nello stesso decennio sono aumentati, invece, quasi 2 milioni di cittadini over-65.
Per quanto riguarda il sistema scolastico, il direttore del Censis ha detto: "L'Italia ha un sistema formativo ritardato rispetto agli altri Paesi dell'Unione Europea", "abbiamo il maggior numero di ragazzi di 15-24 anni impegnati nella formazione, il 60,4%, eppure pochissimi laureati". Inoltre, rileva l'istituto di , l'Italia ha il record europeo di "inattività volontaria", l'11,2% dei ragazzi tra i 15 e i 24 anni "non sono interessati a lavorare o studiare". Siamo nettamente i peggiori, basta confrontare i nostri dati con quelli dei Paesi 'civili'che ci circondano nella classifica dei giovani "NEET" (Not in Education, Employment or Training): media europea 3,4%; Germania 3,6%; Francia 3,5%; Inghilterra 1,7%; Spagna 0,5%.

Post di TERNI...tudine correlati (clicca sul testo per leggerli):
Le notizie del Blog TERNI...tudine sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «TERNI...tudine Blog» e l'indirizzo «www.ternitudine.blogspot.com»

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget