mercoledì 30 marzo 2011

ESTORSIONE A TERNI: ARRESTO DI PORCACCHIA E BRIGANTI, SPUNTANO ANCHE ARCHIVI SEGRETI E CONTI CORRENTI

Leandro Porcacchia, Direttore della Confcommercio di Terni
(Foto dal sito della Confcommercio)

L'indagine relativa all'inchiesta che ha portato all'arresto del direttore della Confcommercio di Terni, Leandro Porcacchia, e del suo collaboratore, Sergio Briganti, sembra non essere avviata alla conclusione ma potrebbe allargarsi ed aprire uno scandalo degno di tangentopoli.
Materiale scottante è stato trovato, nel corso delle perquisizioni seguite all'arresto, sia nella cassaforte personale dell'ufficio di Porcacchia, sia nella sua villa. Particolarmente interessante sarebbe il contenuto di una valigetta di pelle che conterrebbe un vero e proprio archivio segreto: una serie di fascicoli relativi ad affari e personaggi.
Rintracciati e sequestrati undici conti correnti riconducibili al direttorissimo e nei quali è presente denaro la cui provenienza è "tutta da accertare".
55 pagine di intercettazioni telefoniche ed ambientali che nasconderebbero "intrecci tra politica e commercio" e che il magistrato Elisabetta Massini sta passando al setaccio.
Il Presidente della Confcommercio di Terni, Ivano Rulli, ha detto "c'è stata una riunione tecnica per mandare avanti la Confcommercio, che resta la cosa principale per noi", "sulle vicende giudiziarie aspettiamo di saperne di più. Siamo sbigottiti per quello che è successo".
Il legale di Porcacchia, Massimo Longarini, ha dichiarato: "Secondo me Leandro Porcacchia è completamente estraneo alla vicenda, la fattispecie che gli viene contestata non esiste. Nel merito poi, conoscendo Leandro, non è una cosa da lui. Non ci vedo la sua mano, non è il tipo che fa queste cose". Il legale di Briganti, Renato Chiaranti: "Il mio assistito respinge gli addebiti".

Post di TERNI...tudine collegati:

Le notizie del blog TERNI...tudine sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «TERNI...tudine Blog» e l'indirizzo «www.ternitudine.blogspot.com»

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget