mercoledì 7 luglio 2010

LAVORATORI SUPERCONTI: STATO DI AGITAZIONE E BLOCCO DEGLI STRAORDINARI


Da ieri, mercoledi 7 luglio, i lavoratori di Superconti sono entrati in stato di agitazione ed hanno avviato il blocco degli straordinari. Le Rsa di Superconti hanno dato l'annuncio dopo la rottura delle trattative per il rinnovo del contratto integrativo aziendale, scaduto da tre anni. L'azienda avrebbe mostrato "una totale chiusura, negando qualsiasi riconoscimento ai lavoratori e respingendo tutte le proposte della piattaforma sindacale". 
"Pur essendo consapevoli - continuano - della situazione di crisi globale che investe il territorio, anche se Superconti non ha ancora mai portato alcun dato contabile che possa in qualche modo giustificare il suo atteggiamento di chiusura totale, giudichiamo inaccettabile e incomprensibile la volontà di non pervenire ad alcuna mediazione per riconoscere ai lavoratori lo straordinario impegno profuso negli ultimi anni e lo spirito di forte fidelizzazione all'azienda che li caratterizza", "attualmente le maggiorazioni per i lavoratori di Superconti (che tra l'altro ha sei punti vendita tutti nel centro cittadino e può quindi effettuare le aperture domenicali che desidera) sono di gran lunga le più basse rispetto agli altri contratti integrativi del commercio e della distribuzione cooperativa siglati nel territorio provinciale".

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget