venerdì 4 settembre 2009

INQUIETANTE APPARIZIONE: GIOVANI IN DIVISA CHE RILASCIANO MODULI PER RACCOGLIERE LE FIRME PER ISTITUIRE LE RONDE


E finalmente ecco anche a Terni un mistero inquietante. Mentre la città è ancora stretta dalla morsa del caldo e dell'afa dei giovanotti in divisa forse della Protezione Civile girano i bar del centro per rilasciare dei moduli per raccogliere firme per istituire le ronde.
L'articolo, a firma di Giuseppe Magroni, è apparso questa mattina sul Corriere dell'Umbria. Nei misteriosi moduli per la raccolta delle firme "di approvazione delle ronde notturne, effettuate da volontari scelti della Protezione civile nazionale" si legge: "Per garantire una migliore vivibilità della nostra città, soprattutto nelle ore notturne, per garantire ai cittadini un servizio di qualità, per far sì che tutti gli oltraggi e i soprusi finiscano..." e ancora, "con una firma garantirete più sicurezza nelle strade, più controlli effettuati da personale qualificato in costante contatto con le forze dell'ordine. Siamo volontari, non percepiamo nessun tipo di retribuzione ma offriamo volentieri parte del nostro tempo per la vostra sicurezza. Aiutateci a proteggervi...".
Nel modulo manca qualsiasi riferimento, non ci sono nomi nè numeri di telefono. Secondo i gestori dei bar "due giovani tra i venti e i venticinque anni che indossano una sorta di divisa verde e che soprattutto dicono di essere appartenenti alla protezione civile" (dal Corriere dell'Umbria del 04/09/09 pg. 35) passerebbero a ritirare i moduli riempiti e nè lascerebbero di nuovi.
Il responsabile della Protezione Civile per la Provincia di Terni, Dott. Marco Spinazza, dichiara: "Non ho conoscenza di questa iniziativa. Tra l'altro le associazioni di protezione civile non possono svolgere questo tipo di attività legata alla sicurezza urbana. Non posso escludere che singoli membri di associazioni abbiano preso questa iniziativa". Il coordinatore protempore delle associazioni della Protezione civile al Comune di Terni, Ing. Pierdonati, dichiara: "Sono sicuramente di qualche associazione di volontariato, se non si presentano sono perà incogniti. Noi come Comune comunque non ne sappiamo nulla". Il Vice Prefetto, Dott. Di Lello, dichiara: "E' il Prefetto che autorizza l'iscrizione nell'albo, l'associazione deve poi stipulare una convenzione con l'amministrazione comunale. Convenzione che a sua volta deve essere concordata col Prefetto. Ma al momento nessuna associazione ha chiesto l'iscrizione nell'apposito albo".
Insomma un vero e proprio mistero, forse un pò troppo inquietante. Ma vorrei porgerVi una domanda, cari lettori, secondo Voi Terni ha proprio bisogno delle ronde? Secondo me, no.

1 commento:

Anonimo ha detto...

vi assicuro che protezione civile a terni con divise verdi a terni non esiste.chiedo quindi di denunciare chiunque si spacci per tale tipo di volontario all'istante

Si è verificato un errore nel gadget