giovedì 18 giugno 2009

E' MORTO RALF DAHRENDORF




La notizia è di questa mattina ed è stata confermata dalla casa editrice C.H.Beck di Monaco di Baviera, Ralf Dahrendorf è morto ieri a Colonia all'età di ottant'anni.
Nella sua biografia "Oltre le frontiere" (Laterza, 2004) ci ha confidato l'età che si è sempre sentito di avere, ventotto anni che, come diceva la sua scrittrice preferita Ingeborg Bachmann, "è quell'età di passaggio in cui un uomo finisce di vivere alla giornata e si rende conto che delle mille e una possibilità che la vita sicuramente gli avrebbe offerto, forse mille sono già sfumate e perdute". Essere ventottenne, però, secondo il suo pensiero significa concentrarsi su quell'unica possibilità rimasta verso la quale indirizzare la propria vita, cioè la democrazia.
Qualche accenno al suo curriculum accademico, scientifico e politico: professore di siciologia ad Amburgo, Tubinga e Costanza; membro del parlamento tedesco per il Freie Demokratische Partei; funzionario al Ministero degli Esteri; membro ipercritico della Commissione europea; direttore della London School of Economics; Lord su nomina di Elisabetta II; docente di Teoria politica e sociale presso il Wissenschaftzentrum fur Sozialforschung di Berlino.
Per il Presidente Giorgio Napolitano, intellettuale acuto e originale
"Dahrendorf è stato un protagonista di grande rilievo della ricerca e del dibattito culturale in Europa, il suo contributo sui temi della democrazia rimane tra i più originali e acuti degli ultimi decenni. Il rapporto di fecondo scambio intellettuale, il nostro comune impegno nel momento della nascita della Conferenza italo-inglese di Pontignano e la cordiale amicizia personale resteranno fortemente impressi nel mio ricordo"

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget