lunedì 2 maggio 2011

(TERNI) IL GIORNO PIU' LUNGO: DI GIROLAMO PRONTO A DIMETTERSI, SCONTRO APERTO TRA EX MARGHERITA ED EX DS. RINVIATO DI UN GIORNO IL DIBATTITO SUL BILANCIO


E' stata accolta a maggioranza la proposta del consigliere Giuseppe Boccolini che, al termine della relazione del vicesindaco, Libero Paci, ha richiesto di rinviare l'inizio del dibattito alla seduta del Consiglio comunale in programma per domani: "Senza infingimenti - ha detto l'esponente socialista - la città sa che ci sono problemi, che c'è un dibattito aperto e ci sono delle difficoltà politiche. L'obiettivo è di approfondire l'analisi per il bene della città".
"Una richiesta inaccettabile" per il centrodestra. Il capogruppo del Pdl, Federico Brizi, dice che tale scelta "certifica come la città sia ostaggio di beghe interne ai partiti del centrosinistra", "non possiamo - continua l'ex forzista - accettare che la città continui a pagare le conseguenze di questa situazione e chiediamo che il sindaco riferisca in questa sede se esiste ancora una maggioranza che lo sostiene".

Poco meno di ventiquattro, dunque, sono le ore che ci separano dalla prossima seduta in cui - sperando che non ci siano nuovi rinvii - conosceremo le sorti dell'attuale amministrazione guidata dal sindaco Leopoldo Di Girolamo; conosceremo l'esito dello scontro ingaggiato dai 7 "ribelli" del Pd e il vincitore dello scontro tra ex margheriti ed ex diessini.

Il Sindaco di Terni, Sen. Leopoldo Di Girolamo
In mattinata le voci delle possibili dimissioni del Sindaco si erano fatte sempre più vive: "I nodi non sono sciulti, vedremo come arriveremo in consiglio comunale, tutto può ancora succedere" (dal sito Umbria24.it).
Si è aperto pertanto il giorno più lungo - o meglio la nottata più lunga - di questa consiliatura che si trova a dover affrontare la maggiorparte dei problemi irrisolti lasciati come scomodissima eredità da parte della precedente giunta Raffaelli. Trattative ad oltranza fino a sera o anche durante la notte. Tutto il partito democratico è in movimento perché se una mediazione non dovesse essere trovata e la giunta dovesse cadere, gli effetti si vedrebbero immediatamente anche in provincia e poi, chissa...

Le notizie del blog TERNI...tudine sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «TERNI...tudine Blog» e l'indirizzo «www.ternitudine.blogspot.com»

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget