mercoledì 25 maggio 2011

SEMO LI MEJO - LO SHOW DI SILVIO DA VESPA: TUTTI INSULTATI DA PISAPIA A DE MAGISTRIS, DAI MAGISTRATI AI SOLITI COMUNISTI...



Quelle che seguono sono soltanto alcune delle tante dichiarazioni rilasciate dal presidente del Consiglio durante la puntata di "Porta a Porta" a lui dedicata a soli tre giorni dal voto.
Riporto soltanto quelle che sono riuscito a segnare senza alcun commento poiché credo non sia necessario. 

"Abbiamo contro di noi un blocco mediatico terrificante".
"Per quanto riguarda il mio partito riteniamo che questo sia il miglior sistema per il governo del nostro Paese" (Legge elettorale).
"Credo nel bipolarismo che è il sistema proprio di tutte le grandi democrazie, così come la più grande democrazia del mondo, repubblicani da una parte democratici dall'altra, centrodestra da una parte, sinistra, purtroppo, sinistra ormai estrema dall'altra".
Sulla sinistra
"La sinistra che abbiamo in Italia purtroppo, è la sinistra più impresentabile del mondo", e ancora, "Noi abbiamo la peggiore opposizione del mondo", "Ormai è diventata un coacervo di partiti diversi, che vanno da Vendola, a Grillo, a Di Pietro, agli ex Pci, che si mettono insieme per raggiungere il potere, ma che si divideranno alla prima decisione importante che dovranno affrontare".


Sui ballottaggi
"la partita, come nel calcio, finisce dopo 90 minuti, qui la partita finisce dopo il secondo turno", "come Popolo della Libertà non abbiamo da lamentarci come tutti gli altri partiti che hanno avuto dei cali assolutamente importanti".
Secondo Silvio il centrodestra non ha sbagliato i candidati e non ha fatto errori in campagna elettorale, ma se al primo turno è stato raggiunto il risultato che si è visto è perchè "c'è un motivo preciso: abbiamo contro di noi un blocco mediatico terrificante", "a partire dal Corriere della Sera", ma anche Sky e La7 e "dieci trasmissioni Rai che stanno con la sinistra".

Sanzioni AgCom
Per quando riguarda i soldi della multa ha dichiarato: "credo che non li pagherete, quella decisione è una follia". "Non è stato un mio errore ma una cortesia", "mi sono sacrificato".

Giustizia
"Nei diversi comizi ho dedicato al massimo tre minuti a questo tema su un'ora e mezza circa, ma i giornali e i telegiornali prendevano soltanto quelle parole".


L'Italia mi ama
"ho avvertito in campagna elettorale più affetto verso di me che in passato forse perché la gente avvertiva il dolore e il disagio per chi è stato assediato".
"Noi pensiamo che la sovranità appartenga al popolo? No è di Magistratura democratica e dei suoi pm".

Trasferimento ministeri
Secondo il presidente del Consiglio è stato uno "scandalo sul nulla". "Che la Lega cerchi di favorire il Nord, dove ha le sue radici, anche con un ufficio di un ministero affidato a un proprio ministro, mi sembra una cosa assolutamente naturale".
"Questo governo ha una forte maggioranza che lo sostiene, porterà al termine dei due anni la legislatura".

Ancora contro Pisapia e De Magistris
"Vorrei sapere come può essere adatto a governare il signor Pisapia, avvocato di De Benedetti, che non ha mai amministrato nemmeno un'edicola di giornali e che adesso ha alle spalle tutta la sinistra estrema e ha presentato in Parlamento soltanto leggi a tutela dei terroristi, a tutela degli evasori, per l'eutanasia". "Il signor De Magistris non ha nessuna esperienza, dove ha fatto il magistrato è stato censurato, gli è stata tolta la funzione di pubblico ministero, è stato trasferito di sede, è un incapace totale, un demagogo, un agitatore politico, un bell'uomo, piace magari alle donne, sa mostrarsi, ma non ha nessuna sostanza", "non credo ci sia una persona con la testa sulle spalle che possa votare per il signor De Magistris: se uno voterà per il signor De Magistris vada a casa, si guardi nello specchio e dica: sono un uomo o una donna senza cervello".
"La Moratti e Lettieri sono persone che hanno gestito aziende, sono capaci di prendere delle decisioni, mentre gli altri amministratori improvvisati. Io credo che Pisapia e De Magistris non riusciranno a vincere, se a Milano e Napoli la gente andrà a votare senza lasciare a casa il cervello".


Vorrei tornare un privato cittadino
"Il regalo più grande per me sarebbe tornare cittadino privato ma in questo momento l'unica persona che può tenere insieme le forze politiche del centrodestra si chiama Silvio Berlusconi".


Le notizie del blog TERNI...tudine sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «TERNI...tudine Blog» e l'indirizzo «www.ternitudine.blogspot.com»

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget