lunedì 10 gennaio 2011

ITALIAFUTURA DI MONTEZEMOLO CONTRO NEOSTATALISMO LEGHISTA, TREMONTI E GOVERNO: "HANNO TRADITO L'ITALIA CHE PRODUCE"




"L'Italia della manifattura che dimostra, nonostante tutto, di continuare a credere in se stessa, non riesce più a trovare un riferimento concreto nei partiti e nei leader, usurati, di questa seconda repubblica. Se non vogliamo che il nostro Paese, che soprattutto sull'industria ha costruito le sue fortune, diventi una nazione di piccoli e grandi rentier ogni anno più poveri dobbiamo agire subito. Il momento delle facili promesse, dei proclami ideologici e delle profezie inutili si è da tempo consumato".
Non le manda a dire Luca Cordero di Montezemolo. In un testo pubblicato sul sito di "italiafutura", la sua fondazione, attacca frontalmente la Lega e Tremonti: "il Carroccio si sta rivelando il difensore più tenace delle nuove forme di statalismo etno-territoriale che si diffondono ovunque a livello locale. Tremonti, che va considerato a tutti gli effetti un esponente di punta della Lega, non è riuscito a elaborare una efficace iniziativa a favore dello sviluppo e della competitività del Paese".
E continua, parlando della più volte annunciata e mai realizzata riforma dell'art. 41 della Costituzione "con la sospensione delle autorizzazioni per le piccole e medie imprese e le attività artigiane, che secondo Tremonti avrebbe dovuto segnare il passaggio dell'Italia dal Medioevo all'Età Moderna".
"Se la politica economica del Governo - continua - tradisce una categoria, quella degli imprenditori, che pure non gli ha mai fatto mancare il sostegno, la responsabilità maggiore è innanzitutto della Lega che è nata per rappresentare le istanze del Nord che produce", "la Lega ha preso decisamente la strada di un 'neostatalismo municipale' che penalizza le imprese private che continuano a pagare costi e tasse insopportabili".
Poi sul federalismo "come panacea per tutti i mali" cui la Lega si sarebbe "sempre più limitata", "un federalismo i cui contenuti sono ancora poco conosciuti e per nulla approfonditi, nonostante gli ultimatum sulle date di approvazione".
"Ma c'è un'Italia che è in marcia  - conclude la fondazione di Montezemolo - nonostante l'immobilismo della politica. Un'Italia che accetta le sfide della globalizzazione e non si nasconde dietro superficiali e velleitarie teorie neoprotezionistiche. Un'Italia che avrebbe bisogno di supporto e di attenzione ma che non ha ricevuto nulla".


Le notizie del blog TERNI...tudine sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «TERNI...tudine Blog» e l'indirizzo «www.ternitudine.blogspot.com»

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget