venerdì 12 novembre 2010

SETTIMO ANNIVERSARIO DELLA STRAGE DI NASSIRIYAH


Oggi ricorre il settimo anniversario della strage di Nassiriyah, dove diciannove italiani furono uccisi da 300 chili di tritolo. Porgiamo un ringraziamento a tutti i caduti e a tutte le famiglie. Un ringraziamento particolare a Margherita Coletta, moglie di Giuseppe, che era andato in Iraq dopo che il figlio Paolo era morto di leucemia e disse "Parto in missione di pace per salvare tanti bambini in ognuno di loro vedrò il mio Paolo". La signora Margherita fondò, subito dopo la strafe, l'associazione Coletta (http://www.associazionecoletta.it/) inviando numerosi aiuti ai bambini iracheni e colpendo al cuore le cosciente con la famosa dichiarazione: "Ama il tuo nemico, ci ha detto Gesù. Troppo facile farlo quando tutto va bene, è adesso che dovrò perdonare".
Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, con un "commosso e deferente omaggio" ha voluto ricordare i 19 caduti, "tutti coloro che, animati da altissimo senso del dovere, hanno perso la vita nel loro impegno al servizio dell'Italia e della comunità internazionale per la stabilizzazione delle aree di crisi e la costruzione della pace, contro la persistente minaccia del terrorismo transnazionale in nome dei principi cui si ispira la nostra Costituzione".

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget