sabato 24 luglio 2010

PDL: BERLUSCONES ALLA RISCOSSA TENTANO LA STRADA DELLE EPURAZIONI


Maurizio Lupi, vicepresidente della Camera, si è scagliato contro il finiano Fabio Granata, vicepresidente della commissione Antimafia: "O va via lui o ci saranno i probiviri", "Lo statuto che anche Granata ha votato è molto chiaro, netto e preciso", "certi parlamentari - continua Lupi - dovrebbero ricordarsi che senza il Pdl e senza Berlusconi non sarebbero in Parlamento".
Granata, qualche giorno fa, in occasione della commemorazione di Paolo Borsellino aveva rilasciato questa dichiarazione che non è andata giù a Lupi: "Ci sono pezzi dello Stato, del governo e della politica che fanno di tutto per ostacolare le indagini sulla strage di via D'Amelio e creare condizioni di delegittimazione della magistratura".
Fabrizio Cicchitto ha dipinto il finiano Granata come un "polemista che per di più ignora quel che è accaduto", "non abbiamo nulla da temere casomai a temere devono essere altri: coloro che allora erano al governo e controllavano i servizi, poi trasferiti al Csm, e quel partito che riteneva che dal crollo della Prima Repubblica avrebbe potuto conquistare il potere: ogni riferimento al Pds di Violante è puramente casuale".
Granata non fa attendere la replica: "Procedano pure, prendano pure provvedimenti. Dovranno motivare tale sanzione disciplinare con il fatto che ho difeso i valori della legalità repubblicata", poi parte all'attacco di Verdini: "Mi piacerebbe conoscere quali sono le frasi tanto incriminate da me pronunciate che dovrebbero passare al loro vaglio e attendo di capire se i probiviri si dovrebbero interessare anche di quei dirigenti accusati di comportamenti gravi e non compatibili con la politica di una grande partito nazionale e conservatore che dovrebbe preoccuparsi del bene comune, anziché di azioni lobbistiche, affari o di rapporti con ambienti oscuri". "sarei felice di andare dai probiviri insomma insieme a Nicola Cosentino e a Denis Verdini".
A difesa dell'amico di corrente, Italo Bocchino: "non è una proposta saggia" ha dichiarato, "prima di deferire chi chiede di affrontare la questione morale, si dovrebbe deferire chi ha datto dossieraggio contro il candidato alla presidente della Campania e chi faceva riunioni con Carbone".

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget