giovedì 1 luglio 2010

NO AL SILENZIO DI STATO: IN QUESTE ORE I GIORNALISTI IN PIAZZA CONTRO IL DDL INTERCETTAZIONI


Questo è il manifesto realizzato dalla FNSI (Federazione Nazionale Stampa Italiana) per pubblicizzare la manifestazione che si sta tenendo in queste ore a Roma, in piazza Navona, contro il ddl intercettazioni. Rainews24, Skytg24 e testate web, trasmetteranno tutto in diretta. In attesa del 9 luglio, quando radio, televisioni, giornali sciopereranno.
"La libertà di informazione è un bene pubblico irrinunciabile e per questo la lotta e le iniziative incessanti contro il ddl Alfano sono riusciti a rendere compatti i giornalisti e hanno radunato attorno a loro le associazioni e i cittadini che vogliono difendere la Costituzione", queste la parole di Franco Siddi, presidente della FNSI, in occasione della conferenza stampa di presentazione della manifestazione. "Inizia da qui - prosegue Siddi - la resistenza civile che proseguirà fino alle estreme conseguenze, con la creazione di strumenti e canali per spezzare il silenzio di Stato se la legge sarà approvata".
Pieno sostegno alla manifestazione dei giornalisti è stata data dalla Magistratura. "Questa riforma - scrive Palamara, presidente dell'ANM - limita drasticamente la possibilità per le forze dell'ordine e per la magistratura di individuare gli autori di reati di particolare allarme sociale e pregiudica in modo inaccettabile il diritto dei cittadini di essere informati su fatti di interesse pubblico. Il nostro impegno sarà quello di proseguire, insieme con i giornalisti, nella tutela di tali valori, irrinunciabili in una democrazia". Saranno presenti anche esponenti dei partiti di opposizione, dal Partito Democratico, all'Italia dei Valori, all'Unione di Centro.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget