sabato 31 ottobre 2009

VOTATO ALL'INNOCENZA


"Se ci fosse una condanna saremmo di fronte a un tale sovvertimento della verità che sentirei il dovere di resistere al mio posto per difendere la democrazia e lo stato di diritto" Silvio Berlusconi, presidente del Consiglio

"Il Presidente Berlusconi nell'intervista a Bruno Vespa ha detto chiaramente che una sentenza che non riconoscesse la sua piena innocenza ed estraneità al caso Mills sarebbe uguale ad un impossibile verdetto che decretasse che Silvio Berlusconi non è Silvio Berlusconi. Sarebbe cioè una sentenza così abnorme e così contraria alla verità da rendere davvero preoccupati sull'utilizzo politico della giustizia contro la verità e contro il responso della sovranità popolare" Paolo Bonaiuti, Sottosegretario alla presidenza del Consiglio
No cari amici, anche se potrebbe sembrare, queste frasi non sono un estratto del film 'Il Caimano' di Nanni Moretti ma le vere dichiarazioni del nostro presidente del Consiglio e del suo Sottosegretario. Ormani questo tipo di dichiarazioni si susseguono a ritmo costante e ad intensità crescente.
Il clima dovrebbe essere incandescente anche se così non sembra uscendo di casa. Tutto sembra tranquillo in questa notte di Halloween. tutti sembra vogliano divertirsi.
Pertanto la domanda sorge spontanea, hanno già vinto? Nessuno si sente offeso dalle parole del premier?

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget