mercoledì 14 ottobre 2009

ANCHE A TERNI LA SINISTRA S'E' DESTRA? LA GIUNTA & L'ORDINANZA ANTI-BIVACCO NELLA CITTA' CHE ABBANDONA I GIOVANI



Anche la sinistra ternana si sta ammalando di 'sceriffite'? Sembra proprio di si. La notizia è di oggi e a parlare è l'assessore con delega al commercio, l'artigianato, le manifestazioni fieristiche (ma perchè a Terni facciamo anche qualche fiera?) e al marketing territoriale Maria Bruna Fabbri che annuncia lo studio di un'ordinanza anti-bivacco dichiarando: "Stiamo ancora facendo delle valutazioni insieme al sindaco Di Girolamo ma l'idea è quella di un provvedimento che dovrebbe andare innanzitutto a normare la soluzione al problema dell'abuso di alcolici da parte dei minori e allo stesso tempo rispondere alle esigenze di tranquillità dei cittadini".
Mi sembra che ci si trovi di fronte a due falsi problemi. Il primo è quello dell'abuso di alcool tra i minori e non mi sembra che ci sia bisogno di "andare a normare la soluzione" perchè da quanto mi risulta esiste già una legge nazionale che vieterebbe il consumo di alcolici per i minorenni. Il secondo è quello di "rispondere alle esigenze di tranquillità dei cittadini" cioè, come ha scritto 'Il Giornale dell'Umbria' "per evitare che il 'bivacco' si trascini per tutta la città andando a disturbare le nottate dei cittadini che non prendono parte alle serate della movida ternana". "Non è affatto raro, - continua il giornalista - anzi, imbattersi il lunedi mattina in piccole 'discariche a cielo aperto' di bottiglie a ridosso di alcune zone del centro che nel week end diventano affollati punti di aggregazione dei giovani per i 'bagordi' del sabato sera". Viene disegnato un quadro devastante che non è affato reale. Terni è una città morta, dal lunedi al giovedi, dopo le undici, non si vede girare un'anima. Il fine settimana il centro si riempe e molti ragazzi restano in giro fino a tardi. Non mi sembra un grande problema.
Nella città che abbandona i giovani al proprio destino, quella che non riesce a dotarsi delle minime infrastrutture necessarie nè per le attività culturali, nè per quelle sportive, pensa soltanto a non disturbare le nottate dei cittadini del centro. Questa sinistra ternana che assomiglia sempre di più alla destra, si preoccupa soltanto di mantenere pulita la facciata senza prendere minimamente in considerazione i veri problemi. Il disagio giovanile è forte in tutt'Italia ma ancora di più a Terni.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget