martedì 7 luglio 2009

PONTIDA: CANZONE DELL'EUROPARLAMENTARE LEGHISTA CONTRO I NAPOLETANI


"Senti che puzza, scappano anche i cani. Sono arrivati i napoletani...
Son colerosi e terremotati... Con il sapone non si sono mai lavati"
Questo è l'inizio del ritornello che l'europarlamentare leghista Matteo Salvini ha intonato con un gruppo di fan, con un bicchiere di birra in mano, alla Festa di Pontida.
Giustificazioni & reazioni
Il deputato: "Qui la politica non c'entra nulla, non c'entra nulla il razzismo, e chi si stupisce o si scandalizza vuol dire che sono almeno 30 anni che non mette piede in uno stadio..." (risposta telefonica a Repubblica.it), "La politica è questo governo che ha ripulito Napoli da rifiuti e schifezze dopo anni di degrado. Il video in cui canto invece è un'altra cosa, è una festa tra amici che nulla c'entra con la politica, nel corso della quale si sono cantate canzoni da stadio. Quella messa in rete è la canzone sfottò che si canta ai tifosi del Napoli e poi ne abbiamo cantata subito una contro il Verona. La rivalità calcistica tra Bergamo, Napoli, Verona, Milano, Genova e via dicendo è cosa ben nota a tutti e tutte le domeniche negli stadi si intonano cori di sfottò che non hanno alcun risvolto razzistico. Ci si sfotte tra tifoserie e io ero appunto con tifosi bergamaschi che facevano coretti da stadio, e non in una sede politica". "Sono ben tristi quelli che si mettono a polemizzare o a fare discorsi moralistici su una cosa goliardica che, ripeto, con la mia attività politica non ha nulla a che vedere".
La Russa: "Io non amo questi cori neanche allo stadio e fuori mi sembrano una leggerezza. Penso che Salvini si dovrebbe scusare".
Calderoli: "Cosa sarebbe successo se parlamentari napoletani della Pdl avessero intonato, contro noi milanesi: 'Milano in fiamme! Milano in fiamme!? Anche questo è un coro da stadio, ma noi milanesi ci saremmo arrabbiati o no?"
Peluffo (Pd): "L'onorevole Salvini non smette di stupirci: dopo le carrozze della metro milanese per soli 'lumbard oggi il video su Youtube contro i napoletani", "Salvini ci risparmi la sua solita mezza smentita. Chieda semplicemente scusa e si faccia un bell'esame di coscienza".
Cesa (Udc): "Dopo la proposta degli autobus riservati ai milanesi, ora l'europarlamentare leghista Matteo Salvini si lancia anche in vergognosi cori da stadio contro i napoletani: cos'altro serve per convincere i dirigenti del Carroccio ad espellerlo dal partito? O forse dobbiamo pensare che certi atteggiamenti siano considerati normali dalla Lega?"
Clicca qui per guardare il video.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget