mercoledì 10 giugno 2009

BEPPE GRILLO IN SENATO: SIETE VECCHI E ANTISTORICI


Il comico genovese è stato sentito dalla Commissione Affari Istituzionali del Senato in qualità di responsabile della proposta di iniziativa popolare per la nuova legge elettorale.
"Siete vecchi e atistorici - ha dichiarato -, siete 20 e 18 di voi leggono i giornali. Voi andate da una parte ed il mondo va dall'altra".
"Questa commissione, questo parlamento, non hanno nulla a che fare con la democrazia. Cari membri della Commissione siete illegali, incostituzionali ed antidemocratici. Per rispetto a voi stessi e agli italiani dovreste dimettervi al più presto. Luigi De Magistris e Sonia Alfano sono due italiani per bene eletti da cittadini per bene. De Magistris ha avuto 450 mila voti, il secondo in Italia. La signora Alfano 165 mila voti, la prima donna in Italia, senza televisioni e senza giornali. Chi si è recato alle urne ha potuto sceglierli, perchè questo non deve essere possibile anche per il Parlamento italiano?".
"I partiti hanno occupato la democrazia. E' tempo che tolgano il disturbo. La politica non è un mestiere, due legislature sono dieci anni, tempo sufficiente per servire il Paese poi si ritorna alla propria professione. Sapete che molti parlamentari hanno doppio stipendio come 'ma va là Ghedini che prende lo stipendio come deputato e come avvocato del Presidente del Consiglio".
"E' uno scandalo che in Parlamento siano presenti 20 condannati in via definitiva e prescritti come Berlusconi, D'Alema, Andreotti. E' uno schifo che 70 tra i nostri rappresentanti siano condannati in primo e secondo grado o indagati... Questa Commissione, questo Parlamento, non hanno nulla a che fare con la democrazia. Sei persone hanno deciso i nomi di chi doveva diventare deputato o senatore. Hanno scelto 993 amici, avvocati e, scusate il termine, qualche zoccola, e li hanno eletti".
"Quasi due anni dopo la raccolta delle firme per la legge di iniziativa popolare 'Parlamento Pulito' ho l'onore di essere ricevuto e ascoltato come primo firmatario della proposta di legge. Due anni per parlare alla Commissione Affari Costituzionali. Una Commissione che valuterà tre richieste: nessun condannato in Parlamento, limite di due legislature per ogni parlamentare, elezione nominale del candidato. Due anni di attesa per una legge firmata da 350.000 persone. E' uno scandalo che 350.000 cittadini non siano stati neppure considerati per due anni".
Se vuoi vedere il video dell'intervento di Beppe Grillo in Commissione Affari Istituzionali del Senato, clicca qui.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget