giovedì 5 febbraio 2009

E MELASECCHE FA IL MAGO IN CONSIGLIO COMUNALE PER BLOCCARE I CONCORSI CLIENTELARI


Ieri, durante l'ultimo Consiglio comunale, il consigliere Udc Enrico Melasecche sembrava un mago della televisione. Dopo aver presentato due interrogazioni si è alzato con in mano due buste sigillate "già depositate dal notaio" contenenti i nomi dei prossimi vincitori dei concorsi "di fine mandato" organizzati dal Comune (uno da dirigente ai servizi informatici e uno di avvocato all'ufficio legale).
"Le apriremo alla conclusione dei concorsi e prenderemo tutte le iniziative del caso. A Terni deve tornare un minimo di rispetto della legge e dell'etica pubblica. Siamo contrari in generale ai concorsi di fine mandato, lo dicemmo in tempi non sospetti, quando si ventilava l'ipotesi di assumere il capo Ufficio gabinetto di Ciaurro, e lo ripetiamo oggi in assoluta libertà di giudizio. Se Raffaelli pretende di assumere i propri collaboratori di fiducia con concorsi già targati mentre se ne sta andando di corsa, il comune dovrebbe sottoscrivere altri mutui o mettere altre tasse e questo non lo consentiremo. Siamo assolutamente contrari al clientelismo imperante, soprattutto se condito, come al solito da una Parentopoli ormai stucchevole, senza limiti nè moralità".

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget