lunedì 30 maggio 2011

"GIULIANO LIBERA MILANO". "SARO' IL SINDACO DI TUTTI"



Giuliano Pisapia è il nuovo Sindaco di Milano. Ha battuto Letizia Moratti al ballottaggio con oltre il 55% dei consensi.
Al suo ingresso al Teatro dell'Elfo, suo quartier generale, i sostenitori hanno urlato in coro: "Giuliano libera Milano".
"Io dico che sarò il sindaco di tutta Milano", "la città aveva bisogno di cambiare e il voto lo ha dimostrato: ora vogliamo guardare avanti".
Ora è festa in una Piazza Duomo colorata di arancione.

Le reazioni:
  • Sandro Bondi, PdL: "Valutati i risultati elettorali intendo rimettere il mio mandato di coordinatore nelle mani del presidente Berlusconi. Ritengo che da questo momento il presidente Berlusconi debba ricevere non solo la più ampia fiducia e solidarietà ma soprattutto la assoluta e incondizionata libertà di decisione e di iniziativa per quanto riguarda il futuro del partito";
  • Letizia Moratti, sindaco uscente: "Ho appena parlato con l'avvocato Giuliano Pisapia per fargli le mie congratulazioni, gli auguri di buon lavoro", "il mio è un augurio sincero per rispetto agli elettori e per rispetto alle istituzioni che vengono prima di tutto, prima di ogni differenza culturale e politica". E' un risultato - continua la Moratti - che mi spinge a moltiplicare il mio impegno per Milano e per il mio paese. Metterò in campo il capitale di fiducia che ho raccolto in questi anni, lo metterò a disposizione di Milano e dell'Italia per unire tutte le forze politiche moderate che desiderano dialogare per rafforzare la coalizione e costruire nuove alleanze, e per consolidare le alleanze con l'obiettivo di continuare a servire la mia città e il mio paese per il bene comune";
  • Pierluigi Bersani, segretario Pd: "In Parlamento ora c'è una maggioranza diversa da quella uscita dalle urne e da quella che c'è oggi nel Paese. Il governo si deve dimettere". "Noi governiamo per tutti", "anche per chi non ci ha votato. Chi non ci ha votato non è un nemico, ma uno che la pensa diversamente";
  • Nichi Vendola, leader di SeL: "Una vittoria imponente, un avviso di sfratto per chi occupa Palazzo Chigi";
  • Lorenzo Cesa, segretario PdL: "Adesso tutti dovranno riflettere. Le forze di opposizione, che non possono illudersi di avere già creato un'alternativa per il solo fatto che Berlusconi è stato sconfitto. E le forze di maggioranza: se capiscono il messaggio degli italiani, non possono che chiedere a Berlusconi di fare rapidamente un passo indietro per ricomporre l'unità dei moderati".
Le notizie del blog TERNI...tudine sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «TERNI...tudine Blog» e l'indirizzo «www.ternitudine.blogspot.com»

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget