giovedì 21 ottobre 2010

L'AGCOM DIFFIDA IL TG1 ED AMMONISCE TG4 E STUDIO APERTO



"La Commissione Servizi e Prodotti dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha esaminato oggi i dati relativi al monitoraggio per il periodo luglio-agosto-settembre 2010 riscontrando un forte squilibrio nel tempo dedicato da alcuni telegiornali (TG1, TG4, Studio Aperto) a favore della maggioranza e del Governo.
La Commissione ha pertanto deliberato di impartire una diffida al TG1 e un richiamo al TG4 e a Studio Aperto.
Qualora tale squilibrio perdurasse verranno adottati ulteriori provvedimenti"

Questo è il testo del comunicato stampa inviato in data odierna dall'AGCOM (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni).

Le reazioni:
Carlo Rognoni, presidente del Forum per la riforma del sistema radiotelevisivo: "Da tempo denunciamo la condotta faziosa del Tg1 ai danni dell'opposizione. Oggi le nostre accuse trovano conferma nel pronunciamento dell'Agcom che, dati alla mano, evidenzia il grave squilibrio di tempo di presenza all'interno del Tg di Minzolini dove governo e maggioranza fanno la parte del leone ai danni dell'opposizione. E' necessario che a questo grave squilibrio venga posto rimedio al più presto, ma al continuo travisamento di quel ruolo di corretta e imparziale informazione a cui è tenuto il servizio pubblico. D'altronde il fatto che l'Agcom abbia diffidato il Tg1, mentre si sia limitata ad un richiamo per Tg4 e Studio Aperto la dice lunga".
Emilio Fede, direttore del Tg4: "Anche se più del richiamo dell'Agcom sento il richiamo della foresta risponderò che ho sempre agito nel rispetto delle regole dell'equilibrio ma soprattutto dell'onestà professionale. La norma della quale sono più rispettoso è quella della deontologia".

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget