lunedì 30 novembre 2009

ANCHE A TERNI LA SINISTRA S'E' DESTRA? LA GIUNTA & L'ORDINANZA ANTI-BIVACCO NELLA CITTA' CHE ABBANDONA I GIOVANI (seconda parte)


Dalle parole ai fatti? Sembrerebbe proprio di si. La promessa dell'assessore con deleghe al commercio, l'artigianato, le manifestazioni fieristiche (perchè a Terni - continuo a domandarmi -facciamo qualche fiera?) e al marketing territoriale, Maria Bruna Fabbri, sembra che verrà mantenuta, parola di Leo Di Girolamo. L'ordinanza ricalcherà quella già adottata dal Comune di Perugia ma "Sarà un pò meno costrittiva [...] qui a Terni non c'è una situazione come quella del capoluogo umbro e questo ci consente di essere un pò più flessibili. Sicuramente non si potrà più sostare fuori dai locali con bottiglie e bicchieri, è ormai un'esigenza di decoro e di sicurezza", afferma il Sindaco.
Non si fa attendere il plauso del sempre pronto direttore di Confcommercio Terni, Leandro Porcacchia, che a gran voce dichiara: "Nessuna tolleranza al bivacco, su questo versante il Comune da noi troverà sicuramente una sponda", "il bivacco molesto non è quello dei clienti dei nostri pub anche se spesso si fa di tutta l'erba un fascio. Occorre contrastare i cattivi esempi che ci portano a mettere sullo stesso piano i rumori dei tavoli all'aperto con quelli molesti di coloro che bivaccano per le strade del centro".
Insomma, come scrivevo solo qualche giorno fa, anche la sinistra ternana si sta ammalando di 'sceriffite'? Sembra proprio di si. Con l'aiuto di gran parte della stampa si sta disegnando un quadro irreale e devastato della situazione cittadina: il Giornale dell'Umbria del 14/10/2009 "Non è affatto raro, anzi, imbattersi il lunedi mattina in piccole 'discariche a cielo aperto' di bottiglie a ridosso di alcune zone del centro che nel week end diventano affollati punti di aggregazione dei giovani per i 'bagordi' del sabato sera"; La Nazione del 26/11/2009, con un'articolo dal titolo "Baby-gang & Stl permanente 'Ecco i mali del centro storico'", "Un'oasi di pace e tranquillità? Beh, non si direbbe proprio. Almeno a sentire chi in centro vive e lavore. I cittadini hanno in mente due problemi che, secondo loro, ogni giorno si fanno più prepotenti: la presenza di baby-gang (giovani vandali che "animano", si fa per dire, le notti ternane) e la zone a traffico limitato", "Si, qui in centro sono un problema: ragazzini che di notte vanno vagabondando e che, per divertirsi, rompono specchietti o ribaltano cassonetti", "soprattutto nel fine settimana gli atti vandalici si moltiplicano: sono tutti ragazzini che condolano fino a notte inoltrata e che, per divertirsi, fanno danni in giro o rubano", "la sicurezza è un problema a Terni, soprattutto di notte".
Una città sull'orlo del baratro quella disegnata dai giornali che arrivano addirittura a dire "troppi ragazzi che condolano per le strade, soprattutto dopo le dieci di sera" (la Nazione citato).
Mi pare che si stia un pò esagerando. Terni è una città morta, dal lunedi al venerdi, dopo le undici, non si vede girare un'anima. Il fine settimana il centro si riempie e molti ragazzi restano in giro "soprattutto dopo le dieci". Non mi sembra un grande problema.
E' troppo facile costruire articoli ascoltando soltanto una parte. E' naturale che se vado a chiedere ad un ternano che abita sopra un locale affollato il fine settimana mi dirà che è stufo...
Il vero problema, però, è un'altro. La città che abbandona i giovani al proprio destino, quella che non riesce a dotarsi delle minime infrastrutture necessarie nè per le attività culturali, nè per quelle sportive, pensa soltanto a non disturbare le nottate dei cittadini del centro, sicuramente non troppo giovani. Un sinistra ormai ostaggio dei temi portanti della destra, che si preoccupa di mantenere pulita la facciata senza prendere minimamente in considerazione i veri problemi, che vieta e ordina in continuazione ma non riesce a proporre nessun progetto complessivo su niente...
Leggi anche il bellissimo post di 'Amici di Ciuenlai', sullo stesso problema nel capoluogo umbro: "Perugia: una fredda e una calda"

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget