venerdì 23 ottobre 2009

E' MORTO GIULIANO VASSALLI, UNO DEI PADRI DELLA NOSTRA REPUBBLICA


La famiglia ha voluto che l'annuncio della scomparsa fosse dato soltanto oggi a esequie avvenute, ma il famoso giurista, padre della nostra Repubblica, si è spento il 21 ottobre a 94 anni.
Nato a Perugia nel 1915, si è laureato a La Sapienza di Roma nel 1936, allievo del penalista Arturo Rocco, dopo l'8 settembre del '43 entra nella resistenza romana, fino ad arrivare alla giunta militare del CLN, organizza l'evasione di Sandro Pertini e Giuseppe Saragat (i futuri presidenti della Repubblica), viene recluso e torturato nel carcere nazista di via Tasso. E' stato senatore del Partito Socialista Italiano e Presidente della Corte Costituzionale, Professore emerito dell'Università di Roma e membro dell'Accademia dei Lincei.
Il Presidente della Camera, Gianfranco Fini: "Ho la triste incombenza, ora che per espressa volontà della famiglia si sono svolte le esequie, di annunciare la scomparsa di Giuliano Vassalli. Un uomo che certamente per i suoi trascorsi e per il suo lungo impegno accademico, politico ed istituzionale avrebbe saputo apprezzare un convegno come questo e vi avrebbe potuto apportare un contributo di altissima qualità. Lo ricordo, esprimendo il cordoglio mio personale e della Camera dei deputati, proprio nel nome di quei valori che ne hanno contraddistinto, sin da giovanissimo, la lunga e intensa attività".
Il Segretario del Partito Democratico, Dario Franceschini: "Con Giuliano Vassalli se ne va un uomo di grande intelligenza, uno dei padri del nostro diritto e un acuto costituzionalista. Voglio ricordarlo per la sua passione civile e politica che gli fece compiere le sue scelte coraggiose di fiero antifascista e di guida nella Resistenza fino a finire nel carcere di via Tasso dove viene torturato dai nazifascisti. Mi unisco personalmente e a nome di tutto il Partito Democratico al dolore dei familiari".
Il Ministro del Welfare, Maurizio Sacconi: "L'Italia perde con Giuliano Vassalli una delle figure politiche più rappresentative, tale da inserirsi immediatamente nella memoria condivisa del Paese", "Coraggioso, resistente, giurista raffinato, Giuliano Vassalli ha sempre saputo conciliare l'alto impegno professionale con quello civile e politico. Espressione della migliore tradizione socialista-riformista, Vassalli ha operato per il bene comune con significativi atti di riforma svolgendo poi la funzione di Presidente della Corte costituzionale con straordinario equilibrio. Le istituzioni, la dottrina, dovranno onorarlo in modo adeguato perchè la sua testimonianza sia utile al prograsso civile del Paese".

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget