martedì 17 maggio 2011

(TERNI) INDAGATO PER PECULATO IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO REGIONALE DELL'UMBRIA EROS BREGA. INTERROGATO IN PROCURA


Eros Brega (Pd), presidente Consiglio Regionale dell'Umbria

Il Presidente del Consiglio Regionale dell'Umbria, Eros Brega, è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura della Repubblica di Terni con l'accusa di peculato nell'ambito dell'indagine coordinata dal sostituto procuratore Elisabetta Massini che ha coinvolto l'ex direttore di Confcommercio, Leandro Porcacchia, ed un suo collaboratore, Sergio Briganti, per estorsione.
L'accusa sarebbe relativa alla gestione degli "Eventi Valentiniani" nel periodo in cui Brega ne era assessore al Comune di Terni (2001-2006). Il presidente del Consiglio Regionale è stato già interrogato dalla Massini alla presenza del capo della squadra mobile di Terni, Tommaso Niglio.
L'avvocato dell'esponente del partito democratico, Morcella, ha scritto in una nota "ha risposto diffusamente a tutte le domande che gli sono state rivolte e ha certezza di risolvere anche nell'immediato futuro ogni problematica di apparente valenza penale, che, in ipotesi, fosse residuata". "Confida in modo pieno - si legge ancora - nell'operato degli organi inquirenti. E nel ribadire ciò, auspica che gli accertamenti a suo carico si concludano con la massima tempestività. Pure per evitare discredito indiretto sulla istituzione che rappresenta attualmente, sebbene il tutto non la riguardi sotto alcun profilo, né diretto né mediato". L'avvocato Morcella si dichiara inoltre "convinto della estraneità del presidente del Consiglio della Regione Umbria, rispetto ai fatti oggetto di indagine" e "rimarca la datazione assai risalente dei medesimi fatti (2001/2006), da abbinare alla natura inequivocabilmente privatistica della associazione, che sconfessa e rende inconciliabile la configurazione dell'addebito per come era strutturata".

Le notizie del blog TERNI...tudine sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «TERNI...tudine Blog» e l'indirizzo «www.ternitudine.blogspot.com»

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget